San Martino: prepara un menù speciale con il vino novello

cantinetta porta bottiglie da vino

È il fine settimana di San Martino e non c’è tavola che si rispetti senza del buon vino novello!

Se hai in programma di organizzare una cenetta per l’11 novembre invitando amici o parenti, allora proviamo insieme a vedere cosa si abbina bene con il rosso di stagione.

Il novello, infatti, è un vino versatile: morbido al palato, è profumato e ha un aroma fruttato. È il primo vino dell’ultima vendemmia, quindi non è invecchiato e per questo ha un grado alcolico che di solito non supera gli 11% vol.

E anche se è tradizione gustarne un calice insieme alle caldarroste, per le sue caratteristiche è adatto a una molteplicità di abbinamenti, dall’antipasto a piatti di carne o pesce.

Ecco qualche spunto che ci auguriamo possa esserti utile 🙂

Fra i primi quelli che meglio si sposano col vino novello sono le tagliatelle ai funghi porcini e il risotto agli champignon.

Per preparali puoi seguire le ricette tradizionali, oppure puoi optare per un piatto un po’ diverso dal solito e provare il risotto al vino novello.

 

Risotto al vino novello

Per 4 appetitosi assaggi servono:

300 gr di riso

una cipolla

50 gr di burro

pepe e sale q.b.

60 gr di parmigiano

una manciata di prezzemolo fresco

 

Prepara il soffritto dopo aver sminuzzato la cipolla e facendo sciogliere il burro in una pentola. Aggiungi il riso, versa due bicchieri di vino novello e lascia sfumare. Fai cuocere il riso lentamente, aiutandoti con del brodo vegetale che avrai preparato a parte. Metti un pizzico di sale e una presa di pepe nero, quindi versa un altro bicchiere di vino mantecando il riso con il parmigiano e burro q.b.

Ora il tuo risotto è pronto per essere servito a tavola! Per esaltare al massimo l’effetto cromatico, scegli il piatto da portata Trendy: è bicolore con il fondo bianco all’interno e l’esterno colorato. Provalo rosso o viola in tinta con il vino, vedrai che bel risultato!

Nel menù di San Martino, come secondo piatto, stupisci tutti abbinando il vino novello al pesce!

Pesce al vino novello

Ci vuole una carne delicata, per cui vanno bene sia l’orata che l’ombrina. Una volta sviscerata, asciuga bene e farcisci con tritato fino di aglio, sale e pepe.

Metti a cuocere nel forno molto caldo e quando il pesce comincia a rosolarsi aggiungi un bicchiere di vino novello e 4 etti di cipolline… Scegli le cipolle borettane: si chiamano così perché la loro coltivazione un tempo era molto diffusa nella zona di Boretto, vicino Reggio Emilia, e sono le classiche cipolline da sott’olio che conosciamo tutti come ‘cipolline’ per via della ridotta dimensione.

Per questa ricetta, però, vanno comprate crude e cotte nel forno insieme al pesce a 180°C per circa mezz’ora.

Nel frattempo, prepara la salsa al vino novello versandone una mezza bottiglia in un pentolino sul fuoco basso insieme a mezzo etto di burro fuso e una presa di sale e pepe.

Alla fine servi tutto, avendo cura di proporre le cipolline e la salsa in ciotole a parte, come quelle della linea Trendy, abbinate al piatto da portata.

Se in famiglia siete appassionati di vini e vi piace tenerli a vista mantenendo l’ambiente in ordine, è perfetta per voi la cantinetta da 12 bottiglie: è modulare ed estremamente comoda, tanto che – se non hai spazio all’interno – si adatta bene anche all’aperto, in terrazzo per esempio, perché non teme il freddo.

 

Buon fine settimana da Omada!

 

Lascia un commento