In cucina con Raffaella Carrà

Colapasta Trendy diametro 20,5 cm

Entra con noi nella cucina di Raffaella Carrà per preparare una delle ricette pubblicate nel libro della Raffa nazionale pubblicato nel 1991. Abbiamo pensato a lei perché compie gli anni il 18 giugno e ci sembra giusto tributare un omaggio al mito vivente della televisione italiana, che si è dimostrata straordinaria precorritrice dei tempi aprendo la strada a quella che solo vent’anni più tardi sarebbe diventata una vera e propria moda.

Lo facciamo con la ricetta degli spaghetti Milleluci, dal nome del varietà dei gloriosi anni Settanta che vedeva la Carrà alla conduzione insieme ad un’altra protagonista dello showbiz italiano di allora, Mina.

Nelle pagine introduttive la soubrette col caschetto biondo platino spiega di non volersi mettere in cattedra ma di voler raccontare la sua esperienza, un piccolo contributo da parte di chi ha trovato un suo equilibrio alimentare e ne è soddisfatta. Tutto sommato, una giusta premessa e, con la stessa semplicità, noi la proponiamo a te.

Raffaella Carrà e gli spaghetti Milleluci: ingredienti per 4 persone

  • 400 grammi di spaghetti
  • 10 pomodori maturi e sodi (San Marzano, suggerisce la Carrà)
  • 2 finocchietti selvatici
  • 1 peperone rosso, piccolo e dolce
  • 1 mazzetto di balistico
  • 3 rametti di menta
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 pizzichi di origano
  • 1 pizzico di maggiorana
  • 5 rametti di timo
  • olio extravergine di oliva
  • sale

Preparazione

Per preparare al meglio la ricetta di Raffaella Carrà e gli spaghetti Milleluci, il nostro suggerimento è di usare la linea Trendy: il portaspaghetti, il colapasta e il piatto da portata.

Si tratta di prodotti particolarmente versatili, che interpretano alla perfezione lo stile Omada perché sono pratici e robusti ma sempre eleganti, sicuri anche sotto il profilo dell’igiene senza rinunciare a soddisfare l’estetica.

Una volta lavate bene le erbette, bisogna tritarle e metterle in una ciotola facendole insaporire con un pizzico di sale e un bel goccio d’olio.

Quindi metti sul fuoco una pentola in cui soffriggere l’aglio intero scamiciato e il peperone tagliato a dadini. Lascia cuocere per 5 minuti poi togli l’aglio e aggiungi i pomodori che avrai, nel frattempo, spellato e spezzettato. Prosegui la cottura per altri 15 minuti.

In un’altra pentola metti a bollire l’acqua aromatizzandola con i finocchietti selvatici.

Quando sono ancora al dente, togli gli spaghetti dai fornelli e versali nel colapasta Trendy. Rispetto a un colapasta tradizionale ha il vantaggio di avere una presa ergonomica che ti aiuta ad evitare scottature e, grazie ai fori longitudinali, l’acqua bollente fuoriesce più rapidamente.

Una volta colati gli spaghetti, ripassali nella pentola del sugo per qualche secondo quindi cospargi le erbette tritate e mescola bene.

Per servire a tavola gli spaghetti Milleluci è perfetto il piatto da portata della linea Trendy che è raffinato e moderno e, dopo pranzo, puoi lavarlo tranquillamente in lavastoviglie.

… E quell’etto di spaghetti che non hai cotto? Conservali nel barattolo Trendy portaspaghetti che ha il fondo in vetro, il tappo ergonomico e la guarnizione salvafreschezza. Il 18 giugno ricordati di Raffaella Carrà e gli spaghetti Milleluci!

Buon fine settimana da Omada!

Lascia un commento